Esercizio : Valutazione scarichi di magazzino con il metodo LIFO

L’impresa commerciale Barile & Fressi spa distribuisce il prodotto Tigre R33 le cui esistenze iniziali risultavano pari a 800 unità valutate a 3,00 euro ciascuna. Durante l’anno n l’impresa ha compiuto le seguenti operazioni:

Scheda di magazzino. rimanenze valutate con il metodo LIFO.





Il metodo LIFO (Last In First Out) ipotizza che le materie o le merci entrate per ultime (last in) siano le prime a essere prelevate dal magazzino (first out). La scorta di magazzino viene valorizzata ai costi storici, perché il metodo considera in rimanenza i pezzi entrati nei periodi più lontani.

Scorta 1 = Rappresenta la merce in magazzino sia in termini di quantità che di valore, la scorta la calcoliamo ad ogni carico. Scarico2= Per valutare lo scarico consideriamo l’ultimo carico di magazzino, cioè quello del 15/01 a 3,40. Le quantità caricate il 15/01 erano di 200, poichè lo scarico è di 240 le restanti 40 unità le valutiamo al prezzo di carico dell’esistenza iniziale, 3,00 euro.
Scarico 3 = Lo scarico di 160 unità lo valutiamo a 3,00 euro, il valore delle esistenze iniziali,poichè dal 15/01 al 13/03 non si sono registrati ulteriori carichi.
Scarico 4= Valutiamo 120 unità a 3,60 e 120 a 3,50 poichè si esaurisce il carico del 18/05.
Scarico 5= Valutiamo lo scarico a 3,50 essendo ancora disponibile la quantità caricata il 15/04.
Scarico 6= In questo caso 20 unità le valutiamo a 3,50, si tratta delle ultime quantità disponibili relative al carico del 15/04, le restanti 100 unità vengono valutate a 3,00 euro, prezzo di carico dell’esistenza iniziale.
Scarico 7 e Scarico 8= Le quantità scaricate vengono valutate a 3,80, cioè il costo d’acquisto dell’ultimo carico di merci datato 18/10.