Esercizio svolto. Simulazione terza prova esame di Stato Dottore Commercialista ed Esperto Contabile

Imposte Correnti, Differite ed Anticipate

Il reddito fiscale si determina apportando all’utile o alla perdita risultante dal Conto Economico le variazioni in aumento o in riduzione conseguenti all’applicazione dei criteri fiscali.

  • Le variazioni in aumento:

maggiori proventi tassabili;

minori oneri deducibili.

  • Le variazioni fiscali in diminuzione sono:

minori proventi tassabili;

maggiori oneri deducibili.

La normativa fiscale negli ultimi anni ha portato ad un avvicinamento tra le regole per la determinazione del reddito fiscale e quelle per la determinazione del reddito di bilancio, con lo scopo di rafforzare il principio di derivazione del reddito fiscale dal risultato di bilancio e di semplificare la determinazione della base imponibile. L’applicazione delle norme tributarie causa disallineamenti tra costi e ricavi iscritti nel Conto Economico e oneri deducibili e proventi tassabili ai fini fiscali. Le divergenze generano imposte anticipate ed imposte differite.

Esempio numerico

La Solar Spa ha conseguito nell’esercizio n+1 un utile al lordo delle imposte di 750.000. Calcoliamo l’Ires di competenza e l’Ires corrente dell’esercizio e presentiamo le relative scritture in P.D. , considerando quanto segue:

  1. in contabilità è iscritta una plusvalenza di 180.000 euro derivante dalla cessione di un fabbricato posseduto da 6 anni, che si decide di rateizzare in 3 esercizi ;

  2. in contabilità è iscritta una plusvalenza di 65.000 euro derivante dalla cessione di una partecipazione in regime di partecipation exemption;

  3. il compenso all’amministratore unico della società è di 37.000 euro e verrà liquidato nell’esercizio successivo;

  4. i costi non documentati ammontano a 2.500 euro.

  5. Le spese di manutenzione e riparazione iscritte in bilancio ammontano a 135.000, comprendono cani periodici per 14.600 su macchinari del valore di 500.000. Il valore dei beni strumentali è di 2.000.000.

  6. Irap deducibile dal reddito imponibile è di 21.300.

Analizziamo singolarmente le Variazioni:

  1. La tassazione delle plusvalenze patrimoniali avviene nel modo seguente:

    Se il periodo di possesso è inferiore a tre anni la plusvalenza si tassa per intero nell’esercizio di realizzo; se il bene oggetto di cessione è stato posseduto per un periodo non inferiore ai tre anni, la tassazione a scelta del contribuente può essere fatta per intero nell’esercizio di realizzo, oppure ripartita in quote costanti non oltre il quinto esercizio. Se si opta per la tassazione integrale nell’esercizio di realizzo non ci sono variazioni da apportare al reddito di bilancio; se invece si opta per tassazione in quote costanti, nell’esercizio di realizzo si ha una variazione in diminuzione al reddito di bilancio dell’intera plusvalenza ed una variazione in aumento per la quota fiscalmente di competenza. Quest’ultima verrà imputata anche negli esercizi successivi. Inoltre l’intera plusvalenza genera una divergenza temporanea tassabile mentre la quota una divergenza temporanea deducibile.

    Plusvalenza: 180.000

    Variazione in diminuzione : 180.000 (Divergenza temporanea T./ Imposta differita))

    Variazione in aumento: 180.000/3= 60.000 (Divergenza temporanea D./ imposta anticipata)

  2. La Plusvalenza derivante dalla cessione di una partecipazione, se in regime PEX (vedi art. http://www.esercizisvolti.net/pex/ ), è fiscalmente esente al 95%.

    Plusvalenza: 65.000

    Variazione in diminuzione: 65.000*95/100= 61.750 (Divergenza Permanente)

  3. Il compenso all’amministratore unico è fiscalmente deducibile per cassa, quindi:

    Compenso Amministratore : 37.000

    Variazione in Aumento: 37.000 (Divergenza deducibile/ Imposta Anticipata).

  4. I costi non documentati sono fiscalmente non deducibili. L’art. 109 del TUIR dispone che le spese sostenute per l’acquisto di beni e servizi sono deducibili se sono documentate da fatture, scontrini, ricevute fiscali o documentazione ufficiale e registrate in contabilità, quindi:





    Variazione in Aumento : 2.500 (Divergenza Permanente)

  5. Le spese di manutenzione e riparazione, ammodernamento e trasformazione dei beni strumentali , se non sono imputate al bilancio a incremento del costo dei beni ai quali si riferiscono, sono deducibili nel limite del 5% del costo complessivo di tutti i beni strumentali materiali, risultante dal registro dei beni ammortizzabili all’inizio dell’esercizio. Nel calcolo non si tiene conto del costo dei beni per i quali sono stati stipulati specifici contratti di manutenzione, i cui canoni sono interamente deducibili. Quindi:

    Manutenzione e riparazione iscritte in bilancio:135.000

    valore dei beni strumentali (su cui calcolare il 5%) = 2.000.000-500.000=1.500.000

    Manutenzione e riparazione fiscali :

    (canone)14.600+(1.500.000*5/100)=89.600

    Variazione in Aumento: 135.000-89.600=45.400 (Divergenza deducibile/ Imposta Anticipata).

    Per gli esercizi successivi 45.400/5=9,080

  6. L’irap deducibile dal reddito imponibile rappresenta una variazione in diminuzione e una divergenza permanente che non incide sul reddito fiscale degli esercizi successivi.

    Variazione in Diminuzione : 21.300

Determiniamo l’IRES di COMPETENZA

Per la determinazione dell’Ires di competenza teniamo conto esclusivamente delle Divergenze Permanenti.

Determiniamo l’IRES CORRENTE

L’Ires Corrente (o Dovuta) si calcola considerando sia considerando le Divergenze Permanenti e le Divergenze Temporanee.

L’ires di Competenza è maggiore dell’ Ires Corrente , la differenza genera Ires differita.

Ires Differita= Ires di Competenza- Ires Corrente= 10.340

L’ Ires Differita deriva dalle seguenti imposte anticipate e differite:

  • Imposta Anticipata:

1/3 Plusvalenza =60.000

+compenso=37.000

+ Manutenzioni e Riparazioni=45.400

60.000+37.000+45.400= 142.400

Imposta Anticipata=142.400*27,50/100= 39.160

  • Imposta Differita

Plusvalenza Patrimoniale =180.000

Imposta differita =180.000*27,50/100=49.500

Imposta differita 49.500- Imposta Anticipata 39.160 = 10.340

Registriamo in Partita Doppia