Crescita del Fed funds Rate (FED)

Qual è la principale ragione per cui ci si attende una crescita del Fed funds rate nei prossimi due anni? FED sta per Federal Reserve System, abbreviato anche con Federal Reserve. Benché il FED sia un ente statale indipendente, la banca centrale d’America è di proprietà di una serie di grandi banche, e quindi non […]

Equilibrio nel Mercato dei Beni

Mercato dei Beni 

1) Nel mercato dei beni, con I=100; W=30; c1=0,5; T=100; G=40; EX-IM=80-0,1Y, a quanto ammonta Y in equilibrio?

a. Y=300

b. Y=334

c. Y=420

Infatti, l’equilibrio sul mercato dei beni e espresso dalla relazione:

Y=ZZ=C+I+G+EX-IM

Esplicitando C nella sua forma funzionale C = W + c1 (Y – T) e sostituendo tale espressione nell’equazione precedente, si ottiene:

Y = W + c1 (Y – T) + I + G + EX – IM

A questo punto si sostituiscono i dati numerici nella formula, ottenendo:

Y=30+0,5(Y-100)+100+40+80-0,1Y

Y=30+0,5Y-50+100+40+80-0,1Y

Y+0,1Y-0,5Y=30-50+100+40+80

0,6Y=200

Y=200/0,6=334

2) Nell’economia descritta al punto precedente, che cosa accade a Y di equilibrio se la propensione al consumo diventa pari a 0,6?

a. Y=380

b. Y=470

c. Y=500

Riconsiderando l’equazione di equilibrio sul mercato dei beni, ottenuta al punto precedente:

Y= W + c1 (Y – T) + I + G + EX – IM

Sara sufficiente sostituire a c1 il nuovo valore (cioe c1=0,6) e risolvere l’equazione lasciando immutate tutte le altre variabili:

Y=30+0,6(Y-100)+100+40+80-0,1Y

Y=30+0,6Y-60+100+40+80-0,1Y

Y+0,1Y-0,6Y=30-60+100+40+80

0,5Y=190

Y=190/0,5=380

3)Ritornando ai dati iniziali dell’esercizio 1, cosa accadrebbe al risparmio se i consumatori, decidendo di risparmiare di più, riducono W da 30 a 20: il risparmio complessivo (S) risulterà aumentato?

Il risparmio e pari a:

S= Y -W – c1 (Y – T)

S= (1 – c1 ) Y – W – c1T

Sostituendo i dati in tale equazione si avrà:

S=(1-0,5)334- 30 – 0,5*100=167-30-50=87

Cosa accade a tale livello del risparmio se w scende a 20?

Sappiamo pero che la variazione di ha effetti non solo su W, ma anche su Y. Sarebbe un errore sostituire a Y il suo valore precedente, in quanto essa, a seguito della riduzione di risulterà variata. Per calcolare il nuovo valore, riconsideriamo l’equazione Y = W + c1 (Y – T) + I + G + EX – IM e vediamo cosa accade alla produzione in seguito alla riduzione del consumo autonomo, W:

Y=20+0,5(Y-100)+100+40+80-0,1Y

Y=20+0,5Y-50+100+40+80-0,1Y

Y+0,1Y-0,5Y=20-50+100+40+80

0,6Y=190

Y=190/0,6=316,66

Noto il nuovo valore di Y, possiamo sostituirlo nella nuova equazione del risparmio :

S=(1-0,5)316,66 -20 -0,5*100=158,33-20-50=88,33

Pertanto la riduzione del consumo autonomo, W, lascia pressoché invariato il risparmio. Tale fenomeno e noto come paradosso del risparmio: sulla base della semplice logica, ci si attende che, quando gli individui riducono il livello del consumo A, si osservi un aumento del risparmio; questo non accade perché il minor consumo genera una minore domanda e, quindi, una minore produzione , ovvero un minor reddito, tali da lasciare pressoché invariato il risparmio aggregato S.