Il bilancio con dati a Scelta in presenza di un elevato indebitamento 

L’impresa industriale Zeta Spa, al 31/12/n presenta tra gli altri i seguenti dati :

  • Roe=10%

  • Capitale proprio 800.000,00

  • Roi=8%

  • Un elevato indebitamento

Redigere, con dati opportunamente scelti e motivati, lo stato patrimoniale ed il conto economico in forma sintetica al 31/12/n.

Per redigere il bilancio con dati a scelta esplicitare eventuali formule presenti nella traccia. Nel nostro caso abbiamo un Roe=10% quindi scriviamo:

L’elevato indebitamento è un dato fondamentale, grazie al quale è possibile ipotizzare le percentuali delle voci che compongono lo Stato Patrimoniale riclassificato. Le voci di una struttura patrimoniale /finanziaria in disequilibrio:

Attivo Immobilizzato

70%

Patrimonio netto

50%

Debiti a medio lungo termine

10%

Attivo Corrente

30%

Debiti a breve termine

40%

Tot. Impieghi

100%

Tot. Fonti

100%

I margini di struttura sono negativi, l’impresa con l’Attivo a Breve non riesce a coprire i Debiti a Breve e con il Patrimonio Permanente(Patrimonio netto+Debiti a medio Lungo) non riesce a coprire l’Attivo Immobilizzato. Avendo ipotizzato le percentuali e utilizzando i vincoli di Bilancio:Roi e Roe è possibile determinare le voci restanti.

  • 100:50=Totale Impieghi(Totale Fonti):Patrimonio netto

    Totale Fonti (Totale Impieghi)=880.000*100/50=1.760.000

  • Debiti a Breve= 1.760.000*40/100=704.00

  • Debiti a Medio Lungo= 1.760.000*10/100=176.000

  • Attivo Immobilizzato =1.760.000*70/100=1.232.000

  • Attivo Corrente=1.760.000*30/100=528.000

  • Reddito Operativo= 1.760.000*0,08=140.800

Attivo Immobilizzato

1.232.000

Patrimonio netto

880.000

Debiti a medio lungo termine

176.000

Attivo Corrente

528.000

Debiti a breve termine

704.000

Tot. Impieghi

1.760.000

Tot. Fonti

1.760.000

Un’impresa con un’impresa con un elevato indebitamento ma al tempo stesso con una buona redditività !

A questo punto si ripartano le voci per ottenere le sotto voci:

Attivo Immobilizzato:

  • Imm. Immateriali

  • Imm. Materiali

  • Imm.Finanziarie

Attivo Corrente:

  • Rimanenze

  • Disponibilità Finanziarie

  • Disponibilità liquide

STATO PATRIMONIALE RICLASSIFICATO

Attivo Immobilizzato Imm.Immateriali

Imm.Materiali

Imm.Finanziarie

1.232.000

100.000

1.032.000

100.000

Patrimonio netto

Capitale Proprio

Utile

880.000

800.000

80.000

Debiti a medio lungo termine

176.000

Attivo Corrente

528.000

Debiti a breve termine

704.00

Rimanenze

Disponibilità finanziarie

Disponibilità Liquide

220.000

300.000

8.000

Tot. Impieghi

1.760.000

Tot. Fonti

1.760.000

Passiamo alla stesura dello Stato patrimoniale civilistico. Art. 2424 c.c

Stato Patrimoniale

Attivita’

Passività

Immobilizzazioni Immateriali

100.000

Patrimonio netto

880.000

Software

61.000

Capitale Sociale

700.000

Marchi e Brevetti

39.000

Riserve

100.000

Utile

80.000

Immobilizzazioni Materiali

1032000

Fabbricati

800.000

Fondo per Rischi ed Oneri





11.000

Impianti e Attrezzature

100.000

Macchinari

80.000

Debiti per TFR

67.000

Mobili e Arredi

52.000

Debiti

958.000

Immobilizzazioni Finanziarie

100.000

Debiti vs fornitori

358.000

Partecipazioni in controllate Debiti vs banche

450.000

Partecipazioni in collegate Debiti tributari

50.000

Debiti vs Altri finanziatori

50.000

Attivo Circolante

528.000

Debiti vs istituti previdenziali

50.000

0

Rimanenze

220.000

Materie prime

100.000

Prodotti

50.000

Semilavorati

70.000

Crediti

300.000

Crediti vs clienti

180.000

Crediti vs soci

20.000

Cambiali attive

100.000

Disponibilità finanziarie

8.000

Banca c/c

2.000

Assegni

6.000

Totale

1.760.000

Totale

1.760.000

Per redigere lo Stato patrimoniale:

  • Per le immobilizzazioni sono state dettagliate le voci, rispettando gli importi dello stato patrimoniale abbreviato.

  • Per l’attivo circolante sono state prese in considerazione le voci dell’attivo corrente, in particolare :

    • le rimanenze sono state ripartite rispettando l’importo già ipotizzato nel bilancio riclassificato;

    • le disponibilità finanziarie utilizzate per determinare l’importo dei crediti;

    • le attività finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni ipotizzate pari a zero;

    • le disponibilità liquide sono state dettagliate (banca c/c, assegni e cassa).

  • Il patrimonio netto è un vincolo di bilancio e rappresenta il totale del capitale proprio e dell’utile, poiché il capitale proprio è dato da capitale sociale + riserve, si sono ipotizzate riserve per 100.000,00 e capitale sociale 700.000,00;

    • Le restanti voci del Passivo sono state ipotizzate considerando i Debiti a Breve e lunga scadenza.

Per la redazione del conto economico dobbiamo rispettare tre vincoli: il reddito operativo ,l’utile e la gestione finanziaria negativa, conseguente all’elevato indebitamento. Per il resto ipotizzo:

  • un risultato prima delle imposte pari a 120.000;

  • per differenza si trova l’importo delle imposte (120.000-80.000)

  • ipotizzare il valore della produzione;

  • valore della produzione meno reddito operativo = costi della produzione.

CONTO ECONOMICO RICLASSIFICATO

A) VALORE DELLA PRODUZIONE

3.500.000

B) COSTI DELLA PRODUZIONE

3.359.200

A-B

140.800

+/- C) PROVENTI E ONERI FINANZIARI

-20.800

+/-D) RETTIFICHE DI ATTIVITA’ FINANZIARIE

0

=RISULTATO PRIMA DELLE IMPOSTE

120.000

-IMPOSTE

40.000

=UTILE

80.000

Si dettagli il conto economico ipotizzando le voci che lo compongono

CONTO ECONOMICO ART. 2425 C.C.

A. VALORE DELLA PRODUZIONE

Ricavi per la vendita di prodotti

3.480.000

+/-Variazione prodotti finiti, semilavorati e prodotti in corso di lavorazione

20.000

Altri ricavi

0

3.500.000

B. COSTI DELLA PRODUZIONE

Costi per materie prime

2.400.000

Costi per servizi

100.000

Costi per godimento beni di terzi

30.000

Costi per il personale

544.200

Ammortamenti e svalutazione

300.000

+/-Variazione materie prime, sussidiarie e di consumo

-15.000

Altri costi

21.000

3.359.200

A-B

140800

+/- C. PROVENTI E ONERI FINANZIARI

Interessi passivi bancari

-18.000

Interessi passivi vs fornitori

-2.800

-20.800

+/-D. RETTIFICHE DI ATTIVITA’ FINANZIARIE

0

=RISULTATO PRIMA DELLE IMPOSTE

120000

-IMPOSTE

-80000

=UTILE

80.000